La delegazione AIS di Genova, vincitrice del Premio Surgiva 2019, in visita in Trentino alla scoperta delle origini di Surgiva e Cantine Ferrari, due eccellenze del bere

 

La delegazione AIS di Genova, vincitrice del “Premio Surgiva” 2019, ha trascorso due giorni in Trentino alla scoperta dei luoghi e dei valori che legano l’acqua Surgiva  e le Cantine Ferrari, due eccellenze del bere.

Lo scorso lunedì – 7 settembre – la delegazione genovese ha vissuto in prima persona il percorso del “Bello e del Buono”, che dalle Cantine Ferrari sale fra i vigneti fino alla cinquecentesca Villa Margon, sede di rappresentanza del Gruppo Lunelli, per terminare con un’esclusiva esperienza gourmet presso Locanda Margon, ristorante stellato del Gruppo. Il giorno successivo, invece, gli ospiti hanno avuto l’opportunità di scoprire da vicino le fonti di Surgiva, nel cuore incontaminato del Parco Naturale Adamello Brenta. Qui hanno visitato lo stabilimento e trascorso una giornata all’insegna della purezza e della natura, sperimentando il percorso tematico “AmolAcqua by Surgiva”, uno splendido itinerario che si snoda in un dedalo di rivi che scorrono nella parte bassa della Val Nambrone, alla confluenza del Sarca d’Amola e del Sarca di Nambrone. La visita si è conclusa con un pranzo – con suggestiva vista sulle Dolomiti – allo Chalet Fiat.

Surgiva è da tempo acqua ufficiale dell’Associazione Italiana Sommelier in tutte le sue degustazioni, grazie al suo bassissimo residuo fisso e alla capacità di non alterare i sapori, rendendola l’abbinamento perfetto di ogni grande vino. Il “Premio Surgiva”, che conferma la lunga collaborazione di Surgiva con AIS, ha l’obiettivo di valorizzare il ruolo dei sommelier come ambasciatori del buon bere, celebrando la delegazione regionale che più si è distinta in attività significative nella diffusione della cultura dell’acqua e del vino e in iniziative di particolare rilievo nell’ambito sociale.

L’edizione 2019 – la settima – è stata aggiudicata proprio dalla delegazione AIS di Genova, che ha ritirato il premio in occasione del 53° Congresso Nazionale dell’Associazione Italiana Sommelier, svoltosi dal 22 al 24 novembre a Verona. Tra le numerose e lodevoli attività della delegazione, la Giuria ha apprezzato in particolare “Sori Solidale”, iniziativa a sostegno dell’Associazione Gigi Ghirotti Onlus per l’assistenza ai malati terminali, “L’acqua bevuta moderatamente non fa male”, degustazione di acque in abbinamento a cibi, il cui ricavato è stato devoluto all’Associazione Save the Children per l’acquisto di filtri depuratori per le popolazioni dell’Africa e infine “Sapori della Valle”, iniziativa di promozione della cultura enogastronomica in Valpolcevera, a sostegno dell’area produttiva colpita dal crollo del Ponte Morandi.

 

No Comments

Post A Comment